Comitato Guglielmo Marconi International - Fondato nel 1995





Nella trasformazione da miglia a chilometri, abbiamo usato il miglio 
terrestre , cioe' 1609.3 m.
Speriamo che Marconi abbia usato lo stesso ; con il miglio terrestre tornano le 
distanze tra i punti citati nel testo.



 ----------------------------------------------------------------------------  
 ------------------------


                                        Bologna 25/04/'97

Si e' cercato di mantenere una traduzione quanto piu' possibile letterale 
per non modificare lo stile delle conferenze di Guglielmo Marconi e per 
riportare i termini utilizzati da Marconi stesso per definire gli oggetti e 
gli scopi dei suoi studi .

 ----------------------------------------------------------------------------  
 ---------------------------------------

Nel dicembre del 1901, utilizzando stazioni costruite proprio per 
quell'occasione, sono stato in grado di trasmettere e ricevere segnali 
telegrafici direttamente attraverso l'Oceano Atlantico, da Poldhu in 
Cornovaglia a St. John's in Newfoundland, su una distanza di  circa 1800 
miglia [ 2900 chilometri] .

Agli inizi del 1902, durante un viaggio sulla nave americana Philadelphia 
verso New York, sono riuscito a ricevere segnali da Poldhu in Cornovaglia 
per tutto il viaggio durante la notte, sebbene durante il giorno la distanza 
di trasmissione si riducesse a 700 miglia [ 1125 chilometri ].
Scoprii cosi' il fatto , oggi ben noto, che che segnali radio [wireless] 
 trasmessi utilizzando lunghezze d'onda di alcune centinaia di metri possono 
essere ricevuti fino a distanze molto piu' grandi di notte che durante le 
ore di luce.

Fu nel giugno del 1913 che il Dr Leitzner utilizzo' le valvole come 
oscillatore per generare la portante nella trasmissione della voce tra 
Berlino e Nauen, su una distanza di 23 miglia [37 Km].
Feci i miei primi tests con i generatori a valvole nell' anno seguente.
Nel marzo 1914 feci installare gli apparati su di una nave da guerra 
italiana ad Augusta in Sicilia e il segnale vocale veniva ricevuto da un 
secondo vascello.
Le due navi si diressero in mare aperto e,  per ulteriori esperimenti, di 
fronte alla costa della Sicilia e si registro' una ricezione perfetta su di 
una distanza di 35 chilometri , distanza che per un tempo molto limitato 
aumento' in modo non chiaro fino a 70 chilometri.
La comunicazione venne costantemente mantenuta per un periodo di 12 ore e 
gli esperimenti inclusero  periodi nei quali i segnali erano sia trasmessi 
interamente sul mare sia con l'interposizione della terraferma .
Una stazione radio [ wireless] completa fu anche mandata a New York e si 
realizzo' una comunicazione tra New York e Philadelphia con uno scambio di 
segnali telefonici in entrambe le direzioni.

Per tutto il periodo della guerra in questa nazione [ Inghilterra] gli 
esperimenti di telefonia via radio per scopi commerciali furono sospesi e 
furono effettuati solo per servizi militari  , ma in America la ricerca 
commerciale continuo'.
Alla fine del 1915 la AT&T in collaborazione con la Western Electric Company 
riusci' , quando le condizioni erano favorevoli, a trasmettere segnali 
vocali dalla stazione navale Statunitense di Arlington  alla stazione sulla 
torre Eiffel a Parigi, su una distanza di 3800 miglia [ 6100 Km ].
In questa occasione dovettero essere utilizzate piu' di 300 valvole nei 
circuiti dell'oscillatore e di modulazione .
Alla fine della guerra le nazioni europee poterono riprendere gli 
esperimenti e nel marzo 1919 , con l'obiettivo di dimostare che era 
possibile effettuare trasmissioni telefoniche transatlantiche con potenze 
relativamente limitate, fu realizzato e mantenuto per 10 giorni con 
risultati soddisfacenti un collegamento monodirezionale con Louisbourg in 
Canada  trasmettendo da una stazione irlandese a Ballybunion, utilizzando un 
trasmettitore a valvole con una potenza di uscita dall'oscillatore di soli 2 
chilowatt e mezzo, una lunghezza d'onda di di 3800 metri ed una antenna alta 
500 piedi [ 170 meri].
Nello stesso anno il mio assistente Mr C.S. Franklin effettuo' un 
esperimento di radio telefonia direzionale in onde cortissime, con una 
lunghezza d'onda di 15 metri attraverso il Mare d'Inghilterra  su una 
distanza di 80 miglia [130 Km]; esperimenti con questa lunghezza d'onda 
continuarono nel 1921, quando fu realizzato un collegamento telefonico 
bidirezionale tra Hindon e Birmingham su una distanza di 97 miglia [ 156 Km 
] , ma in quel caso furono utilizzati riflettori o proiettori enormi.
Successivamente nel 1921 , dopo un esperimento ben riuscito di 
radiotelefonia bidirezionale sulla lunghezza d'onda di 100 metri  tra 
.........  ???? e ......... ???? , i miei tecnici costruirono stazioni 
sperimentali a Southwold e Zandvoort in Olanda che si scambiarono messaggi 
nei due sensi attraverso il Mare del Nord , utilizzando solo 1 Chilowatt di 
energia in antenna.
A Kristiansund in Norvegia comunicazioni telefoniche di buona qualita' 
furono ricevute sia durante la notte che durante il giorno; in piu' ad Oslo 
, ad una distanza di 700 miglia [ 1130 Km ] furono ricevuti segnali molto 
forti e stabili durante la notte , ma la ricezione durante il giorno fu 
variabile ed incerta.

L'anno 1920 va ricordato per numerose trasmissioni di telefonia senza fili , 
che hanno diffuso informazioni e valori di intrattenimento, con lo stesso 
spirito che ha oggi la radiodiffusione.
Per incoraggiare l'interesse pubblico, furono effettuate dimostrazioni per 
mostrare che non erano necessarie qualita' particolari per parlare al 
microfono e che brani musicali si potevano trasmettere e ricevere in modo 
soddisfacente con mezzi semplici.
Nel febbraio 1920 dalla stazione di  .........         ???? fu trasmesso un 
programma sperimentale di musica popolare per due periodi di mezz'ora ad 
intervallo di un'ora, quotidianamente per due settimane , usando circa 5 
chilowatt in antenna e la stessa lunghezza d'onda di 2800 metri che fu 
utilizzata da Poldhu per trasmettere informazioni alle navi; si fece cio' 
per testare la distanza raggiunta dal trasmettitore.
I radioamatori e le compagnie navali furono invitati ad inviare rapporti [ 
di ascolto ].
...... Melba ????  effettuo' la sua prima trasmissione di radiodiffusione 
nel giugno 1920 e .....Nora ?????  nel luglio.
L'idea di queste trasmissioni di radiodiffusione suscito' grande interesse 
in tutto il mondo e si ricevettero rapporti di buona ricezione da grandi 
distanze, come la Persia ed il Canada.
 ----------------------------------------------------------------------------  
 ----------------------------------------------------------------------

alcune osservazioni :

 - nella registrazione originale non esiste la parola RADIO , ma solo 
WIRELESS o WIRELESS TELEPHONY

 - il "collegamento" viene sempre definito COMMUNICATION ( " comunicazione " 
) ad ulteriore dimostrazione del fatto che per Marconi l'obiettivo 
principale di tutto il proprio lavoro era lo scambio di informazioni

 - la continua ripetizione della distanza superata o da superare, indica sia 
lo spirito di puntiglioso ricercatore che la determinazione a superare 
appunto distanze sempre piu' lunghe.


Testo tradotto dal Radioamatore IK4UNI

Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author