Comitato Guglielmo Marconi International - Fondato nel 1995
Fondato nel 1995
MOSTRE:
 CON 'LA TENDA ROSSA' RIEVOCATA SPEDIZIONE NOBILE 
 

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - La drammatica spedizione al Polo Nord di Umberto Nobile con il dirigibile Italia, nel 1928, viene rievocata in una mostra inaugurata oggi presso il Museo della Scienza e della tecnica. E' intitolata ''La tenda rossa'', dal colore della piccola tenda in cui si rifugiarono Nobile e gli altri pochi scampati alla caduta del dirigibile sulla banchina polare, il 25 maggio 1928, durante il viaggio di ritorno alle isola Svalbard, dopo aver sorvolato il Polo Nord. Segui' una gara internazionale per salvare i superstiti e si ebbero altre vittime, fra cui il celebre esploratore polare norvegese Amundsen, scomparso fra i ghiacci con il suo aereo. Seguirono poi accese polemiche contro Nobile, per aver accettato di farsi salvare per primo, gesto ritenuto poco onorevole. La mostra vede una rievocazione completa di tutta la vicenda, fin dalla costruzione del dirigibile Italia, costato l' equivalente di 17 miliardi e quindi la sua partenza dal campo di volo di Baggio, alla periferia di Milano. Punto centrale e' proprio la ''tenda rossa'', conservata nel Museo Navale Didattico del Comune di Milano. Oltre a giornali e documenti dell'epoca sono in mostra la grande valvola di prora del Norge, dirigibile gemello dell'Italia; l'apparato radio di emergenza che consenti' ai superstiti di comunicare e una slitta usata dagli alpini nelle ricerche. La mostra rimarra' aperta fino al 5 aprile.

(ANSA). YOO/MG 21 gennaio 1999 16:48

--------------------------------------------------------

LA TENDA ROSSA


Nel 70° anniversario della spedizione del dirigibile "Italia"Mostra svoltasi nel museo della scienza e della tecnica Leonardo Da Vinci di Milano nei mesi di Febbraio e Marzo 1999.


Il trasmettitore Ondina e la tenda... originali, la pelle dell'orso anche.

In una sala del padiglione aeronavale, erano collocati questi ed altri cimeli della spedizione polare di Nobile, ben inseriti in una suggestiva riproduzione del Pack.
La cura dei particolari la si può notare, per esempio, nell' aver collocato la foto del rompighiaccio Krassin nello sfondo a destra della tenda.(Vedi prima foto).
Un unico appunto… se mi è concesso: la mostra che doveva ricordare il 70° anniversario dell' impresa, (1928-1998 ) è iniziata nel 71°, ma si sa, il meglio è nemico del bene e almeno questa volta qualcosa di interessante è stato fatto.


SIAI Marchetti S55

Baia del Re, 18 giugno 1928: l'idrovolante S55 pilotato da
Umberto Maddalena ammara nei pressi della nave appoggio Citta' di Milano

Lo Stato maggiore della Città di Milano : al centro il comandante, capitano di fregata Giuseppe Romagna Manoia, nel 1929 nominato direttore dell' Istituto Idrografico della Marina ; l'ultimo a sinistra, seduto alla destra del Comandante, è il capitano di fregata Francesco Baldizzone, direttore dell'Istituto Idrografico nel 1943-45, durante gli anni dello "sfollamento" prima a Montecatini e poi a Baveno e infine a Stresa; l'ultimo a destra è il prof. Mario Tenani, oceanografo di fama

Altre info:

S.M. 55
Idrovolante utilizzato da Maddalena per sorvolare il pack e individuare la Tenda Rossa.
JUNKERS
Aereo utilizzato da Ciuknowski per sorvolare il pack e individuare il gruppo di Zappi e Mariano. Aereo trasportato sul Krassin.
Il rompighiaccio Krassin.
E’ stato costruito a Newcastle in Inghilterra nel 1917, allo scopo di mantenere liberi dai ghiacci gli accessi ai porti di Arcangelo e Murmansk. Lunga 98 metri, larga 21,60 metri, corazzata in acciaio al cromo, stazza 10.000 tonnellate e le sue tre macchine sviluppavano una potenza di 10.500 cavalli.

Dopo la dipartita dei superstiti, staziona ancora a nord delle Svalbard per la ricerca dei dispersi sino alla fine del Settembre 1928. Oggi è adibito a museo nel porto di S. Pietroburgo.

La Tenda Rossa: 70° anniversario della spedizione del dirigibile Italia


Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author