POLEMICHE PATRIOTTICHE:
PERCHE' I CALCIATORI NON CANTANO L'INNO D'ITALIA?

Chi conosce Mameli scagli la prima nota
di Valeria Gandus - tratto da "Panorama" del 2 luglio 1998


Anche questa volta i giocatori della nazionale hanno tenuto la bocca chiusa: solo Francesco Moriero ha accennato qualche verso, mentre Gianluca Pagliuca, come al solito, ha fatto finta di cantare. Gli austriaci, invece, hanno cantato a squarciagola il loro inno nazionale.
D'accordo, la polemica Ŕ ricorrente: giÓ quattro anni e un mondiale fa i giornali lanciavano analoghi rimproveri ai poco patriottici calciatori che non intonavano l'inno scritto nel 1848 da Goffredo Mameli su musica di Michele Novaro. E allora come oggi si manifest˛ forte insofferenza per le parole (auliche e ridondanti) e la musica (una marcetta imbarazzante) dell'opera scritta durante il Risorgimento, adottata "provvisoriamente" nel 1946 e presto messa in naftalina per essere usata solo in occasione di manifestazioni ufficiali.
Per qualche anno, a dire il vero, i bambini delle elementari avevano studiato e cantato l'inno di Mameli pur senza capir molto dell'"elmo di Scipio" o del "sangue polacco" bevuto col cosacco. Intonarlo con voce stentorea e vocali strette era un rito come la preghiera del mattino, il saluto sull'attenti all'insegnante, la punizione dietro la lavagna. Riti abbandonati senza rimpianti negli anni Settanta, con i "decreti delegati". Oggi, in una societÓ multietnica e multireligiosa, la preghiera sarebbe politicamente scorrettissima, le orecchie d'asino dietro la lavagna un abuso di potere e la pretesa di un saluto sull'attenti semplicemente patetica. Ma all'inno...beh, se perfino Dario Fo l'ha cantato, a denti stretti, in funzione anti Bossi, forse potrebbe ancora essere insegnato a scuola. Peccato che i programmi ministeriali non lo prevedano, nemmeno come appendice di educazione civica.


Il testo dell'inno di Mameli in un volantino


Si sa, gli Italiani non conoscono l'inno di Mameli e ne sono poco attaccati.
Questo volantino fu distribuito in 75000 copie all'Olimpico per Italia-Inghilterra dell'11 Ottobre 1997.


Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author