Comitato Guglielmo Marconi International


TEMISTOCLE CALZECCHI ONESTI
(fisico; n. Lapedona 14 dicembre 1853,
m. Monterubbiano, Ascoli Piceno, 22 Novembre 1922).


La figura di
Temistocle Calzecchi Onesti è da ritenersi di capitale importanza – anche se nel complesso poco nota, o nota solo agli addetti - per la la determinante scoperta da lui fatta del “Coherer”, scoperta che apri la strada alle ulteriori ricerche nel campo delle trasmissioni telegrafiche senza fili. Quest’invenzione venne poi applicata da Guglielmo Marconi nel suo primo famoso rudimentale apparecchio di rice-trasmittenza di segnali acustici a distanza.
Nacque occasionalmente in Lapedona (Ascoli Piceno), in quanto il padre Icilio, medico a Monterubbiano, aveva sostituito momentaneamente il locale medico condotto. Ma Monterubbiano può considerarsi la sua patria effettiva, dato che in questo paese trascorse la sua giovinezza, vi studiò in parte e vi trascorse molti periodi della sua vita nel cinquecentesco palazzo materno. Laureatosi all’Università di Pisa in scienze fisiche e matematiche, in un primo tempo si dedicò all’insegnamento nelle scuole medie e quindi alla ricerca scientifica. Il 6 dicembre del 1879 fu nominato Professore di fisica del R. Istituto tecnico de L’Aquila. Nel 1883 venne trasferito su sua domanda al R. Liceo Annibal Caro di Fermo. Nel 1884 inizia i suoi notissimi studi intorno alla resistenza elettrica e alla conduttività delle limature metalliche. Nel 1886 fonda, nei locali del Gabinetto di fisica del liceo fermano, l’osservatorio meteorologico a spese del Comune di Fermo e dell’Ufficio centrale di meteorologia e geodinamica, organizzando un servizio di informazioni meteorologiche in tutto il circondario fermano, anticipando cosi quegli studi che oggi hanno acquistato fondamentale importanza specialmente nel campo aeronautico. Nel 1898 si trasferisce al R. Liceo C.Beccarla di Milano come docente di fisica.
Nel 1889 lo troviamo, in qualità di assistente del famoso fisico Galileo Ferrarsi, nel collaudo dell’impianto di illuminazione elettrica di Fermo. Intanto in quegli anni si annunciava nel campo della fisica le grandi scoperte di Hertz, e più tardi, quelle di Röntgen di Crookes, le grandi esperienze di Tesla e gli studi geniali del Righi sulla trasmissione di segnali telegrafici senza fili. Fin dal 1884 inizia la ricerca più importante che lo rese famoso in campo scientifico internazionale: la scoperta delle proprietà delle polveri metalliche di acquistare una forte conducibilità elettrica in seguito a svariate eccitazioni, come extracorrenti, scariche elettriche, induzioni elettrostatiche; ecc. In base a questo suo importante risultato e a seguito delle ricerche espletate nel campo, Temistocle Calzecchi Onesti costrui il cosiddetto “tubetto a limatura” che molti anni dopo, con il nome di “Coherer” fu usato da Marconi come rivelatore di onde elettromagnetiche nel suo primo apparecchio di telegrafia senza fili.
Quest’apparecchio è formato da un tubetto di vetro contenente polvere di nichel e argento con tracce di mercurio, posto fra due elettrodi inossidabili, nel vuoto. Quando è investito da campi elettromagnetici, la resistenza elevata della polvere, diventa relativamente bassa e in seguito perde la conduttività per percussione (decoherizzazione). Gli studi di Temistocle Calzecchi Onesti precorsero di quasi sei anni quelli del fisico francese Branly e quelli del Lodge in Inghilterra, ai quali viene per lo più attribuita la scoperta. Questo fatto fece nascere un’animata polemica, alla quale il Temistocle Calzecchi Onesti partecipò direttamente, rivendicando la sua invenzione.


Apparecchi originali di Calzecchi Onesti


Schizzo originale di Temistocle Calzecchi Onesti raffigurante
il dispositivo per sperimentare la conducibilità delle polveri metalliche.
Sono ben visibili le pile Leclanchè, il campanello generatore di scintille,
la bobina per aumentare l'extracorrente all'apertura del contatto e, in primo piano, il tubetto a limatura.

La guida di Temistocle Calzecchi Onesti (1853-1922)

Temistocle Calzecchi Onesti (1853-1922), il coherer, l'alfabetizzazione scientifica dell'Italia unita


Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author