Comitato Guglielmo Marconi International

David Sarnoff


David Sarnoff e Guglielmo Marconi nel 1933

Nato in Russia nel 1891, emigra giovanissimo negli Stati Uniti dove inizia come fattorino alla Marconi Company una carriera che lo porterà ad essere, per un cinquantennio, il dominatore indiscusso del mercato radiofonico americano, dapprima a capo della RCA ed in seguito della NBC.
Nel 1916 invia un memorandum alla direzione della Marconi Company in cui ipotizza l'avvento di una "scatola musicale" (Radio Music Box) che avrebbe consentito alla radiofonia di divenire uno strumento di intrattenimento a domicilio.
Nel 1919, quando la General Electrics assorbe l'azienda per cui lavora dando vita alla RCA, Sarnoff diviene dapprima responsabile commerciale, direttore generale nel 1921 e presidente nel 1930. Autoritario ed accentratore ma dotato di un grandissimo fiuto per le tendenze del mercato avvia, a partire dagli anni '20, l'attività di broadcasting con diverse emittenti di proprietà della RCA. Nel 1926 da vita, con la casa madre, la General Electrics, e con la Westinghouse, alla NBC. Quest'ultima, dopo l'acquisizione della della WEAF, diventa, nel 1927, il primo network nazionale degli Stati Uniti.
Negli anni '30 il suo potere preoccupa gli uomini politici che riescono ad ottenere lo scorporamento della NBC per dare vita ad un emittente non controllata da Sarnoff, la ABC. Le sue relazioni con il potere politico, ed in particolare con il Presidente Roosevelt, restano comunque buoni, tanto da ottenere la nomina di consulente per la comunicazione del comandante in capo dell'esercito Eisenhower ed il titolo, più che altro onorifico, di Generale (titolo che, e questo rende conto della sua personalità, pretende dentro e fuori l'azienda).
Dopo la seconda guerra mondiale Sarnoff intuisce le potenzialità del mezzo televisivo e guida la riconversione in questo senso della NBC. Presidente del consiglio di amministrazione della RCA dal 1947, non abbandona il potere sino alla morte, nel 1971.