Comitato Guglielmo Marconi International - Fondato nel 1995
Fondato nel 1995

Museo Marconi

Il Museo G. Marconi, dedicato alla nascita e agli sviluppi delle radiocomunicazioni, ha sede presso Villa Griffone, residenza della Famiglia Marconi, nella quale Guglielmo Marconi ha realizzato i suoi primi esperimenti.

Grazie all'integrazione di apparati storici, ipertesti, filmati e dispositivi interattivi il visitatore ha la possibilità di ripercorrere le vicende che hanno caratterizzato la formazione e la vita dell'inventore con un'attenzione particolare per il periodo che va dal 1895 (primi esperimenti di telegrafia senza fili) al 1901 (lancio del primo segnale radio attraverso l'Atlantico).

Il Museo ospita una serie di accurate ricostruzioni funzionanti di apparati scientifici dell'Ottocento collocate in diverse "isole espositive" dedicate ad alcune tappe fondamentali della storia dell'elettricità, ai precursori della storia della radio, alle applicazioni sul mare dell'invenzione marconiana. Il percorso prosegue accompagnando il visitatore attraverso alcuni fondamentali sviluppi delle radiocomunicazioni nel XX secolo, in particolare il passaggio dalla radiotelegrafia alla radiofonia e alla radiodiffusione.

In mostra sono inoltre presenti interessanti documenti relativi alla formazione di Guglielmo Marconi (esposti nella celebre "stanza dei bachi") e alla sua attività di imprenditore nella Compagnia che egli fondò nel 1897 e che tutt'ora porta il suo nome.

Tra le attività che il Museo promuove vi è un programma di divulgazione scientifica per le scuole centrato su un laboratorio di esperimenti didattici di elettricità, elettromagnetismo e radio.

Villa Griffone, culla della radio, attende i suoi visitatori con il fascino della leggenda e le più moderne modalità espositive interattive.

Progetto esecutivo: Raffaello e Tobia Repossi

Ideazione: Gabriele Falciasecca, Barbara Valotti

Ricostruzioni: Maurizio Bigazzi

 

Manifesto Depliant





Ricostruzione funzionante con componenti d'epoca di una stazione navale Marconi Wireless
che applica il sistema detto "SINTONICO" Brevetto 7777 - inizio 900.



Curatore del museo: Barbara Valotti