Giovinezza

Melody - Melody - Giuseppe Blanc

Salvator Gotta, 1939, Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista

Salve o popolo d'eroi
Salve o patria immortale
Son rinati i figli tuoi
Con la fe' nell'ideale
Il valor dei tuoi guerrieri,
La virtù dei pionieri
La vision dell'Alighieri
Oggi brilla in tutti i cuor.

Refrain:
Giovinezza, Giovinezza,
Primavera di bellezza
Della vita nell'asprezza
Il tuo canto squilla e va!
E per Benito Mussolini,
Eja eja alalà.
E per la nostra Patria bella,
Eja eja alalà.

Dell'Italia nei confini
Son rifatti gli italiani;
Li ha rifatti Mussolini
Per la guerra di domani.
Per la gloria del lavoro
Per la pace e per l'alloro,
Per la gogna di coloro
Che la patria rinnegan.

Refrain
I Poeti e gli artigiani
I signori e i contadini
Con orgoglio d'italiani
Giuran fede a Mussolini.
Non v'è povero quartiere
Che non mandi le sue schiere
Che non spieghi le bandiere
Del fascismo redentor.

Refrain


Hail, people of heroes,
Hail, immortal Fatherland,
Your sons were born again
With faith in the ideal.
Your warriors' valour,
Your pioneers' virtue,
Alighieri's vision,
Today shines in every heart.

Refrain:
Youth, Youth,
Spring of beauty,
In the hardship of life
Your song rings and goes!
And for Benito Mussolini,
Hip hip hooray.
And for our beautiful Fatherland,
Hip hip hooray.
In the Italian borders,
Italians have been remade.
Mussolini has remade them
For tomorrow's war,
For labour's glory,
For peace and for the laurel,
For the shame of those
Who repudiated our Fatherland.

Refrain
The poets and the artisans,
The lords and the countrymen,
With an Italian's pride
Swear fealty to Mussolini.
There's no poor suburb
That doesn't send its ranks,
That doesn't unfurl the flags
Of the redeeming Fascism.

Refrain


original text Nino Oxilia, 1909

Son giunti i giorni lieti
degli studi e degli amori
o compagni in alto i cuori
il passato salutiam.
È la vita una battaglia
è il cammino irto d'inganni
ma siam forti abbiam
l'avvenir non temiam.

Refrain:
Giovinezza, giovinezza
primavera di bellezza
della vita nell'asprezza
il tuo canto squilla e va.

Stretti stretti sotto braccio
d'una piccola sdegnosa
trecce bionde, labbra rosa
occhi azzurri come il mar.
Ricordate in primavera
crepuscoli vermigli
tra le verdi ombre dei tigli
i fantastici vagar.
Refrain:

Salve nostra adolescenza
te commossi salutiamo
Per la vita ce ne andiamo
il tuo viso cesserà.
Ma se un dì un grido
dei fratelli non redenti
alla morte sorridenti
il nemico ci vedrà.
Refrain:

Inno dei corridoniani

Sventoliamo al sol di maggio
il vessillo redentore:
su compagni, su coraggio
della lotta suonan l'ore.
Siamo giovani, siam forti,
non ci trema in petto il cuore;
siam le vigili coorti
di un'Idea che mai non muor.

Refrain:
Giovinezza, giovinezza,
primavera di bellezza
della vita nell'ebbrezza
il tuo canto squillerà.

Corridoni, la tua schiera
è già pronta alla battaglia.
Con lo sguardo alla bandiera
sui nemici essa si scaglia.
Sul borghese che si stende
nel suo fango e nel suo oro
che ci sfrutta e ognor offende
i diritti del lavoro.
Refrain:

Corridoni, o duce amato
sorgi, ormai, dalla tua fossa.
Vieni, esulta, è ormai spuntato
il gran dì della riscossa.
Scritto sta sopra i destini
l'avvenire sindacale,
l'alto sogno di Mazzini
la Repubblica social.
Refrain:


quella dei goliardi

Son finiti i tempi lieti
degli studi e degli amori
o compagni in alto i cuori
il passato salutiam!

E' la vita una battaglia
è il cammino irto d'inganni
ma siam forti abbiam vent'anni
l'avvenire non temiam.

|: Giovinezza, Giovinezza,
   primavera di bellezza
   nella vita e nell'asprezza,
   il tuo canto squilla e va. :|

Salve o nostra adolescenza,
te commossi salutiamo:
per la vita ce ne andiamo
il tuo riso cesserà.

Ma se il grido ci giungesse
dei compagni non redenti
alla morte sorridenti
il nemico ci vedrà.
|: Giovinezza . . .

quella degli Arditi

Allorchè dalla trincea
suona l'ora di battaglia
sempre primo è fiamma nera
che terribile si scaglia

Con la bomba nella mano,
con la fede dentro il cuore
egli avanza,và lontano
pien di gloria e di valor.

|: Giovinezza, Giovinezza,
   primavera di bellezza
   nella vita e nell'asprezza,
   il tuo canto squilla e va. :|

Col pugnale e con la bomba
nella vita del terrore
quando l'obice rimbomba
non mi trema in petto il cuore,

la mia splendida bandiera
l'ho difesa con onore
è una fiamma tutta nera
che divampa in ogni cuor.
|: Giovinezza . . .

Del pugnale al fiero lampo
della bomba al granfragore
tutti avanti, tutti al campo:
qui si vince oppur si muore!

Sono giovane e son forte,
non mi trema in petto il cuore:
sorridendo vo alla morte
pria di andare al disonor!
|: Giovinezza . . .


Giovinezza - file formato.mp3 - 3.09 MB (1922 - 1943) - versione corale

Faccetta nera


Per contattarci, cliccate qui Grazie.


© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author