Comitato Guglielmo Marconi International - Fondato nel 1995

In tutto il mondo
il "Marconi day"
meno che in Italia
  
I4CDH
Lodovico Gualandi, RAI Senior ,
uno dei pi¨ importanti studiosi
dell'opera di Guglielmo Marconi.
.
 
DATA ANNIVERSARIO DI MARCONI:
una ragionevole proposta
 
Molti lettori sanno che dalla fine del secondo conflitto mondiale, la data anniversario che ricordava Marconi agli italiani e che doveva essere rispettata come legge dello Stato, fu inspiegabilmente soppressa.
     Sembra che nessuno sia riuscito a comprenderne le ragioni e chi potrebbe oggi opporsi al suo eventuale ristabilimento.Vista la lentezza con cui in Italia si riesce a rendere giustizia ad innocenti vittime di persecuzioni occulte, o di errori giudiziari, vorrei tentare una proposta che potrebbe forse essere condivisa da molti lettori .
 
UN FATTO POCO NOTO
 
Quando il 12 Dicembre del lontano 1901, in contrasto con le teorie e le opinioni scientifiche dominanti, Guglielmo Marconi dimostr˛ che delle onde radio di determinata lunghezza e polarizzazione del loro campo elettrico, potevano permettere le radiocomunicazioni fra l'Europa e l'America, la Regia Scuola di Applicazione per gli Ingegneri di Bologna propose al Ministro della Pubblica Istruzione il conferimento a Marconi della laurea honoris causa, con la seguente motivazione: "Per le alte benemerenze verso gli studi e per le sue scoperte scientifiche.".
      La proposta venne accettata con lettera del 18 Ottobre 1902, a firma del ministro Niasi.
      IL16 Novembre successivo, Vittorio Emanuele III, re d'Italia, approv˛ la proposta firmando l'autorizzazione a procedere immediatamente, incaricando il ministro segretario di Stato per la pubblica istruzione all'immediata esecuzione del decreto, ma nonostante il chiaro invito rivolto dal Re a procedere all'immediata esecuzione del decreto, a Marconi la laurea fu conferita soltanto il 24 marzo 1904.
       Tanto ritardo nel conferire a Marconi il primo significativo riconoscimento per alte benemerenze verso gli studi e per le sue reali
scoperte scientifiche, e il fatto che questa sua prima laurea italiana - secondo quanto riportato nella bibliografia del Consiglio Nazionale delle Ricerche -  sembra non essere stata regolarmente registrata e non abbia pertanto mai avuto valore legale, potrebbe risultare una interessante materia di studio per coloro che ancora sono portati a credere che l'ostilitÓ di alcuni ambienti culturali verso la figura di Marconi sia da attribuire solo a questioni politiche pi¨ recenti.
      Nella realtÓ l'inconsapevole animositÓ nei suoi confronti ha delle radici molto profonde: tuttora riconoscibili in molti testi che trattano la sua opera.    
 IL testo promosso nel 1995 dall'universitÓ di Bologna e dalla Fondazione Marconi: "Cento anni di Radio: le radici dell'invenzione", ne rappresenta, incontestabilmente, un deplorevole esempio.
   
 A nove mesi di distanza dal centenario della prima laurea in ingegneria conferita a Marconi, si potrebbe finalmente sapere se esiste veramente la volontÓ di renderGli giustizia, ripristinando una data anniversario - che potrebbe essere anche quella della sua prima laurea italiana - o se si vuole invece continuare a sfruttare il suo nome in vuote cerimonie che richiedono la spesa di denaro pubblico, senza contribuire a migliorare la conoscenza della veritÓ storica sul reale contributo offerto da Marconi alla Scienza.
                                             
                                                                                                             Lodovico Gualandi



Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author