Comitato Guglielmo Marconi International - Fondato nel 1995


LO SCOOTER DA GUINNESS DEI PRIMATI

Da ormai quindici anni lo scooter del bolognese Giancarlo Nanni è ospitato nel prestigioso "Guinness dei Primati" come il più accessoriato del mondo, e la prestigiosa pubblicazione che viene stampata in oltre 40 Paesi del mondo, gli ha persino dedicato la prima pagina di copertina. Si tratta di una "lambretta" del 1961 che lo stesso Nanni ha così agghindata e che fin dall'inizio l'ha chiamata "Ammiraglia" sottoponendola a grandi sforzi, peraltro superati benissimo, così come una infinità di raids in Europa, in Africa settentrionale e Asia Minore, raggiungendo per ben tre volte anche le terre polari. E sempre, è opportuno dirlo, in onore di Guglielmo Marconi, il grande scienziato inventore della radio, del quale Giancarlo nanni è sempre stato fervente ammiratore tanto che fin da bambino, anche per la passione che dimostrava per l'elettricità veniva soprannominato "Marconi".

La Marchesa Marconi, assieme alla Figlia Elettra e al nipote Guglielmo. si complimentano con Giancarlo Nanni, a destra nella foto, tornato da Poldhu (Foto di Mauro Donini)

L’Ammiraglia il posto nel “Guinness” (dal 1987) se lo è ampiamente meritato. Sono circa 600 gli accessori che Nanni vi ha montato, circa 400 fanali e fanalini, una decina di sirene delle varie polizie europee, una sirena antirenna, vari motivi musicali in abbinamento a campane e campanelli, antenne telescopiche che portano in alto bandierine di tutta Europa, radio, piccolo televisore, mangianastri, impianto di acqua corrente calda, impianto per farsi la doccia, rasoio elettrico, necessaire per fare il caffè e pop corn, piccolo bar alloggiato sotto il sellino, botticella di vino e tanti altri ammennicoli che ormai ne hanno portato il peso a sfiorare i quattro quintali. Un vero mostro meccanico, insomma, con il quale il suo proprietario offre un entusiasmante spettacolo in feste di paese o manifestazioni varie a cui viene molto spesso invitato, senza tener conto che ormai ha partecipato, ovviamente su invito, a molte moltissime trasmissioni televisive sia RAI che Mediaset.


Era la mattina del 3 Maggio 1984 quando nella piazza di Sasso Marconi, l'allora sindaco Gianni Pellegrini consegnava al bolognese Giancarlo Nanni una corona d'alloro da portare a Poldhu, ai piedi del monumento che ricorda la prima trasmissione transoceanica a convalida dell'importanza dell'invenzione di Guglielmo Marconi. Giancarlo Nanni sistemata la corona sulla sua Ammiraglia, partiva per Helston, la cittadina della Cornovaglia gemellata con Sasso Marconi, e quindi a Poldhu dove presente il Sindaco deponeva la corona ai piedi del monumento. (Foto di Mauro Donini)

Questo estroso bolognese, o “folle” come dice qualcuno amichevolmente, compirà 71 anni il 5 agosto 2002, ma si sente giovanissimo e continua a ripetere che se non fosse per non lasciare la famiglia per lungo tempo, si sentirebbe di tornare nel mare di Barents, precisamente a Vadso dove è già arrivato nel 1972 con il “raid Marconiano” che comportò un viaggio, andata e ritorno, di oltre 14.000 km.

Nanni davanti al Mausoleo di Pontecchio, prima di partire per Poldhu
(Foto di Mauro Donini)

Indomito, quindi, anche se ora deve accontentarsi di andare fino a Roma per partecipare a qualche trasmissione televisiva. E tutto nacque per scommessa. Aveva avuto dall’Onarmo la promessa che se avesse compiuto, nel 1962, il viaggio Bologna-Ankara-Canazei avrebbe avuto un soggiorno gratuito nella bella località dolomitica. Poteva non farcela? Da quel momento i raids lunghi o di breve durata, si sono ripetuti a raffica suscitando l’entusiasmo della gente dei paesi attraversati, specialmente la notte quando accendeva tutti i 400 fanali di cui è dotata l’Ammiraglia.

Il sindaco di Helston, e Giancarlo Nanni posano la corona ai piedi del Monumento dedicato a Marconi.
(Foto di Mauro Donini)


Terranova era il territorio del Continente Americano più vicino all’Europa e in particolare alla Cornovaglia, la regione in cui si trova Poldhu, nel comune di Helston, gemellato per questo motivo con il Comune di Sasso Marconi, sin dal 1968.

Trentasei anni fa il Comune di Sasso Marconi, siglava un patto di gemellaggio con Helton, in Cornovaglia, nei pressi del monumento do Poldhu che ricorda la prima trasmissione transoceanica di un segnale radio da parte di Guglielmo Marconi avvenuta il 12 dicembre 1901. Da quel momento, per ben tre volte Nanni ha portato una corona d’alloro da Bologna in collaborazione col Comune di Sasso Marconi.




Alla pagina principale