Comitato Guglielmo Marconi International
Fondato nel 1995

Esperimenti nell'Arsenale di San Bartolomeo
a La Spezia e la Regia nave "San Martino"
ad una distanza di diciotto chilometri.

La città di La Spezia, dal 1869 sede di un importante Arsenale e base navale della Marina Militare Italiana è uno dei luoghi in cui Guglielmo Marconi svolse, a più riprese, importanti esperimenti per conto e con il determinante contributo della Regia Marina. Fin dal 1897, quando ebbero luogo le prime prove, la collaborazione tra Marina Militare e Marconi fu intensa e continua.



La Spezia, luglio 1897. Marconi alla stazione RT a terra a S. Bartolomeo.
C.C. Pouchain, C.V. Annovazzi, Ing. Civita, Marconi, Ing. Sartori, Prof. Pasqualini, Ten. Angelo Della Riccia.


Prime prove di radiotelegrafia a La Spezia. luglio 1897. Marconi a bordo del rimorchiatore n. 8
Sulla destra il Ten. Angelo Della Riccia
a cui il Ministero della guerra gli affidò l'incarico di assistere e riferire sugli esperimenti di telegrafia senza fili
fatti da Guglielmo Marconi a La Spezia.




La Regia nave "San Martino" (Pirofregata corazzata) utilizzata per gli esperimenti 11 - 18 luglio 1897

Il 10 luglio 1897 Marconi giunge alla Spezia. Ha 23 anni-. Comincia i primi esperimenti fra San Bartolomeo dove viene innalzata un'antenna radio, alta prima 25 metri, poi portata a 34 metri e nel piazzale d'ingresso dell'Arsenale viene sistemato un apparecchio ricevente. Gli esperimenti terra-mare hanno inizio il 14 luglio dello stesso anno tra San Bartolomeo ed il rimorchiatore n. 8 (si trasmette in codice Morse per circa 15 minuti). La distanza fra rimorchiatore e la base a terra viene portata sino ad una distanza di 12.700 metri.


Dichiarazione autografa di Guglielmo Marconi datata 18 luglio 1897

Nel 1899 Marconi porta a termine una serie di esperimenti tra le stazioni poste sull'isola Palmaria, l'isola Gorgona e Livorno, arrivando a trasmettere sino a 80 chilometri. Nel 1909 lo scienzato riceve il Premio Nobel

Ancora oggi, nel Museo Navale della Spezia, sono raccolti preziosi cimeli che ricordano le prime esperienze del grande inventore.



Per contattarci, cliccate qui Grazie.



© 1995-2012 by Comitato Guglielmo Marconi


The material on this page are the responsibility of its author